Pavimenti in Cuoio: la nostra guida

Un pavimento molto particolare è il pavimento in cuoio, non è un pavimento moto visto nelle abitazione, prevalentemente per i suoi costi elevati, ma sicuramente molto caldo e adatto sia nelle camere da letto che come boiserie nelle sale.

Infatti alcune aziende specializzate producono il cuoio sia per pavimenti che per rivestimenti.

Si abbina molto bene con i pavimenti in parquet tradizionale che parquet prefiniti.

A noi della Floor Treatment sono capitati diversi lavori di cui ne mostriamo le foto.

 

Materiali dei pavimenti in cuoio:

Il Cuoio è trattato in botte con pigmenti vegetali ( Tannino ) che conferiscono una colorazione a tutto spessore.

L’attento dosaggio della quantità di colore permette di mantenere sulla superficie le originali venature e cromie.

Il risultato è un effetto estremamente naturale.

Essendo il cuoio un materiale naturale, esistono differenze cromatiche e di fibratura che rendono tutti gli elementi differenti tra loro.

La tonalizzazione delle singole mattonelle può essere differente.

La lista in cuoio viene bisellata sui quattro lati per definirne la struttura e le dimensioni.

I prodotti non sono rilevigabili.

Il supporto è realizzato in multistrato marino, adatto ad essere usato anche in ambienti con presenza di umidità.

Lo spessore dell’elemento finito, sia da pavimento che da parete è di circa 14/16 mm, tale spessore può variare a seconda delle esigenze.

Posa dei pavimenti in cuoio:

  • Può essere posato su massetti cementizi di spessore da 5 a 7 cm, tradizionali o a rapida essiccazione, purchè compatti, non sfarinanti e planari.
  • Può essere posato su pavimenti preesistenti compatti e opportunamente sgrassati.
  • Può essere posato al posto della moquette, dopo averla tolta, aver eliminato i residui di colla, aver verificato la compattezza del sottofondo.
  • Può essere posato su parquet preesistente se ben ancorato al sottofondo dopo averlo carteggiato. Il nuovo pavimento dovrà essere installato perperndicolarmente o obliquamente al vecchio.
  • Può essere posato incollato al sottofondo, oppure flottante.
  • Il prodotto è già finito, pronto per la posa e non  necessita di trattamenti in opera di sigillatura.
  • Al momento della posa eventuali residui di collante vanno rimossi prima dell’essiccazione esclusivamente con uno straccio pulito senza utilizzo di alcool o solventi.
  • Può essere posato.
  • I livelli di umidità nel sottofondo o nell’ambiente non devono essere superiori a quelli previsti.

PULIZIA:

Per la pulizia del cuoio si consiglia l’uso di un detergente neutro diluito in acqua, da passare con un panno umido su tutta la superficie. Lasciate poi asciugare il prodotto.

Manutenzione dei pavimenti in cuoio:

Per il mantenimento periodico si consiglia un rigenerante neutro, diluito in acqua 1/15, appositamente formulato per ridare lucentezza al cuoio. Versare poco prodotto su un panno morbido, strizzarlo e passarlo sulla superficie interessata; attendere che questa si asciughi e lucidarla con un panno di lana.

È possibile usare anche cere naturali da parquet.

Inoltre, per ripristinare graffi o tagli accidentali applicare un idrorepellente e uno stick in cera.

Se volete sapere di più sul pavimenti in cuoio non esitate a contattarci.

Potete usare l’apposito modulo di contatto o anche lasciare un commento sul Blog, vi risponderemo il prima possibile.

Se vi è piaciuta questa pagina vi potrebbe interessarti anche il nostro articolo:PARQUET BIANCO; potrebbero interessarti anche i nostri due articoli: BATTISCOPA IN LEGNO – posa in opera; oppure: BATTISCOPA – ORIGINI, CURIOSITA’, TIPOLOGIE;

Vi invitiamo a farlo conoscere, a condividerlo sui social network con i pulsanti sottostanti G+1 e a fare “mi piace” sulla nostra pagina facebook o a farci una recensione sulla nostra pagina Google Plus.

Per informazioni: info@parquet-cotto-marmo.it

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This